Augusto Montaruli

Il mio sito

Le mele con le pere

DSC_5413Sono un consigliere uscente alla Circoscrizione Otto eletto nelle liste del PD. Non ho ancora deciso se ricandidarmi, anche perché per decidere dovrei prima di tutto ricevere una proposta corredata di giudizio sul lavoro che ho svolto in questi ormai cinque anni di mandato. La mia decisione però a prescindere dalla proposta sarà soprattutto condizionata dalle alleanze che andranno a sostenere una coalizione e una maggioranza di governo del territorio. Si legge, senza smentita, che la coalizione che andrebbe a sostenere la candidatura di Piero Fassino si stia allargando a liste civiche con nomi e cognomi che nulla hanno a che fare con il centro sinistra. Addirittura personaggi che amano giocare alle sentinelle in piedi, naufraghi di Forza Italia e sodali di Casini.

Pare per avere la certezza di vincere (?) al primo turno, pare. Vincere così è come perdere, anche la faccia. Spero proprio che sia una bufala. Lo spero perché troverei inimmaginabile dover condividere (eventualmente) il governo di un territorio con chi vorrebbe chiusa per sempre la Casa del quartiere; con chi vota contro delibere che vanno a favorire l’integrazione nel mio quartiere; che votano contro la concessione di due gazebo all’ANPI; che votano contro delibere di contributi per progetti scolastici che istituiscono sportelli di supporto psicologico nelle scuole (psicologico vade retro) o progetti rivolti a favorire il percorso scolastico degli immigrati. E ancora che vorrebbero l’esercito a “regolamentare” la movida. Che sono contrari alle pedonalizzazione. Insomma che sono distanti. Insomma che è giusto stiano in minoranza se noi siamo in maggioranza e viceversa. C’è già abbastanza pluralità non facile da gestire nel PD e nel centro sinistra aggiungerne renderebbe il minestrone indigesto. E io, per quel che valgo e per quel che conto, quel minestrone non vorrei mangiarlo. Anzi nemmeno assaggiarlo. In quel caso mi farei da parte e ce ne faremo una ragione. E sarebbe un peccato perché qui alla Otto abbiamo lavorato abbastanza bene e abbiamo un po’ di cose da portare a termine e altre da proseguire. Ripartiamo da noi e non mischiamo le mele con le pere.

Posted under: Il fiume in mezzo

Tagged as: , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed