Augusto Montaruli

Il mio sito

La vita continua, cara signora, e non è diabolica

La signora Simonetta Chierici, alfiere delle battaglie anti movida, posta sulla mia pagina facebook un suo scritto che mette in relazione il recente tragico terremoto con la movida torinese.

Nutriti gruppi di subumani urlano, sghignazzano, sbraitano fra via Matteo Pescatore, via Vanchiglia, piazza Vittorio e tutte le vie circostanti e in Vanchiglia dove i locali della notte hanno riaperto i battenti e forse anche in San Salvario…mentre assistiamo a una tragedia italiana di proporzioni apocalittiche…”. Sotto il pezzo completo.

Cara e gentile gentile signora anche questa è una forma di sciacallaggio (come tante che abbiamo letto in queste 24 ore), agganciarsi a una tragedia per avvalorare proprie idee e obiettivi è, a dir poco vergognoso. Una battaglia, quella della signora Chierici, condivisibile quando si riferisce agli eccessi del fenomeno movida, che viene mortificata, banalizzata con un accostamento che non ha senso. Nessun senso.

Gruppi subumani, definisce quelle persone. Le conosce tutte quelle persone, cara signora? Tra i subumani c’è forse qualcuno che domani parte per quei luoghi, qualcuno che forse lavora nel sociale, qualcuno che in passato si è recato in altri luoghi di tragedia.

Tragedie che non sono solo un terremoto in “casa nostra”, tragedie che sono ovunque in questo sfigato pianeta.

Tragedie che non ci impediscono, e per fortuna, di continuare a vivere. Non ci impediscono, e per fortuna, di bere un bicchiere di vino, di andare a lavorare, di fare un tuffo al mare, di andare in vacanza, di piangere, di ridere, di fare all’amore. E purtroppo di leggere anche ciò che ha scritto.

La prenda diversamente la sua legittima battaglia e lasci perdere i “fenomeni diabolici”. Non vorrei arrivasse, diabolicamente, a sperare in una catastrofe in Piazza Vittorio o in Largo Saluzzo.

Un caro saluto a bassa voce.

 

Ecco il testo completo:

QUASI 200 DUECENTO CADAVERI ESTRATTI DALLE MACERIE, DOMANI SARANNO MOLTI DI PIU’…CI RENDIAMO CONTO???? No Degrado E MALA Movida – coordinamento nazionale – rassegna stampa
Pubblicato da Simonetta Chierici · 51 minuti fa ·
TORINO 25 agosto 2016 ore 00:15: nutriti gruppi di subumani urlano, sghignazzano, sbraitano fra via Matteo Pescatore, via Vanchiglia, piazza Vittorio e tutte le vie circostanti e in Vanchiglia dove i locali della notte hanno riaperto i battenti e forse anche in San Salvario…mentre assistiamo a una tragedia italiana di proporzioni apocalittiche (al momento almeno 120 morti sotto le macerie di un terremoto spaventoso, dispersi ancora non contati, altri morti di cui avremo notizie domani, scosse che continuano a ripetersi violente in mezza Italia, sofferenza, morte, disperazione) la macchina del commercio di alcol e droga prosegue imperterrita nella sua famelica ricerca di profitto, di soldi, di ottundimento dei cervelli. Assistiamo con profondo sgomento, in questa notte gravida di notizie sconvolgenti, al sabba che implacabilmente coinvolge centinaia di subumani per i quali alcol e droga sono gli unici obiettivi, per i quali lo sballo e lo sfascio psico fisico sono l’unico interesse, per i quali le risate sbracate e urlate, la violenza e lo svacco sono gli unici motori di esistenze perdute.
Siamo attoniti, pietrificati di fronte a comportamenti di centinaia di persone che forse nemmeno sanno della tragedia che si sta consumando, che non sanno quante centinaia e forse di migliaia di altre persone stanno dedicando la loro vita, la loro energia, la loro abnegazione per cercare di salvare vite umane…se la movida genera questi mostri in nome degli dèi alcol e droga forse essa davvero è diventata un fenomeno diabolico?
simonetta

Posted under: Arturo

Tagged as: , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed