Augusto Montaruli

Il mio sito

I libri nel labirinto

“Sono cresciuto tra i libri, in compagnia di amici immaginari che popolavano pagine consunte, con un profumo tutto particolare.”

E’ un po’ che volevo farlo, entrare nella libreria di Andrea Guarnieri, fare due chiacchiere con lui (abbiamo un luogo in comune che era pieno di libri nei nostri ricordi) ed esplorare i suoi labirinti, curiosare negli scaffali e fotografare.
La libreria di Andrea mi ha ricordato un romanzo e non c’è bisogno di andare a Barcellona per rivivere alcune pagine de L’ombra del vento. Basta andare in via Madama Cristina entrare e iniziare l’esplorazione.

“…Ti posso solo ripetere quello che mi disse mio padre: quando una biblioteca scompare, quando una libreria chiude i battenti, quando un libro viene cancellato dall’oblio, noi, i custodi di questo luogo, facciamo in modo che arrivi qui. E qui i libri che più nessuno ricorda, i libri perduti nel tempo, vivono per sempre, in attesa del giorno in cui potranno tornare nelle mani di un nuovo lettore, di un nuovo spirito. Noi li vendiamo e li compriamo, ma in realtà i libri non ci appartengono mai…”

Dal primo capitolo de L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafon: “Il cimitero dei libri dimenticati”

Posted under: Arturo, Il fiume in mezzo, Storie (piccole)

Tagged as: , , , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed