Augusto Montaruli

Il mio sito

La Borgopò, i poeti ed il sorriso

Una canzone di Gilbert Becaud cantava della morte di un poeta. “Quand il est mort, le poète, Quand il est mort, le poète, Tous ses amis, Tous ses amis, Tous ses amis pleuraient. Quand il est mort le poète, Quand il est mort le poète, Le monde entier , Le monde entier, Le monde entier pleurait.”
7406739246_78c363ee50_zLiliana ci ha scritto che la sua libreria, dove è bello passare anche solo per il suo sorriso, chiuderà. Le librerie e le libraie (o librai) sono un po’ poeti quando fanno bene il loro mestiere. Liliana lo faceva bene. Era giovane e deliziosa poetessa tra i libri. Liliana ci dice che diventerà mamma, un’altra poesia, e non riuscirà a essere mamma e libraia. La Borgopò chiuderà e noi un po’ piangeremo, come canta Becaud. Un abbraccio Liliana, sperando chissà che qualcuno possa farti cambiare idea. Non so, magari, un’associazione culturale che prenda in carico temporaneamente la Borgopò. Che la tenga in vita e tu potrai portare il tuo bimbo o bimba nello splendido cortile della tua libreria. In attesa di tornare tra i tuoi libri. Come scrivevamo su Ottoinforma … Nella sua libreria di quartiere, con i gerani alle finestre, il sorriso accogliente di Liliana, il caminetto dietro il banco e il cortile interno. Quel cortile dove con la bella stagione si racconta di libri.

Ecco il suo annuncio

unnamed

Care amiche e cari amici,

Sarà aperta fino a sabato 24 febbraio; continuano intanto gli sconti dal 30% al 40% sui giochi e del 50% sulla cartotecnica e su una selezione di libri sia per adulti che per bambini.

È un grande dolore darne comunicazione perché per molti – me compresa – questa libreria è anche un posto del cuore. Purtroppo un negozio di tal pregio in una zona considerata in forte espansione ha costi alti, soprattutto in relazione all’attuale situazione economica e alle modifiche significative dei consumi. Nonostante le fatiche, finora sono riuscita a gestire in maniera virtuosa questa congiuntura, ma adesso la mia condizione è cambiata perché – come sa chi frequenta più assiduamente la libreria – sono in procinto di diventare mamma! Questa bellissima ed emozionante novità modifica tutti gli equilibri: aggiungere il costo dell’assunzione di una persona per sostituirmi parzialmente e affiancarmi non è economicamente sostenibile. Ecco le motivazioni che mi hanno portata a questa decisione. Sono molto orgogliosa di essere stata per quasi sette anni la libraia della Borgopò. È stato un privilegio contribuire a rendere migliori le giornate di alcuni di voi: a volte con un servizio efficiente, a volte con il consiglio di lettura giusto al momento giusto, a volte con il semplice ascolto e scambio di opinioni. Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto la libreria, che hanno aiutato a renderla un luogo accogliente, che sono entrati con il sorriso, che hanno fatto vivere la libreria ai propri bambini e alle proprie bambine, che hanno partecipato a iniziative ed incontri. Ringrazio infinitamente mia madre che in questi anni avete imparato a conoscere: senza la sua disponibilità e voglia di mettersi in gioco sarebbe stato tutto più difficile. Per fortuna Torino è una città ricca di ottime librerie e spero che ciascuno di voi saprà trovare quella giusta per sé. Per quanto mi riguarda, tengo stretti i vostri i contatti e se potrò riprendere l’avventura di libraia mi farò senz’altro viva.

Arrivederci!

Liliana

 

 

 

Posted under: Il fiume in mezzo

Tagged as: , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed