Augusto Montaruli

Il mio sito

Gesù, la madonna e l’augurio di uno stupro

Oggi su un post che ho pubblicato di solidarietà a Nadia Conticelli che aveva subito minacce su Facebook, un tizio ha commentato che entro il 2020 “noi” saremo in un campo di concentramento. Quel tizio era chiaramente un troll (un utente anonimo che si infila in una discussione inviando messaggi provocatori), banni e buonanotte. Bannare sta diventando un esercizio di liberazione.

Incuriosito sono andato a verificare se anche quel “signore” che minacciava Nadia fosse un troll. Non è un troll. E’ una persona “normale” che possiamo incontrare al bar, in coda alle poste o al supermercato. E anche in chiesa.


40316889_2134245783499543_1399757728989052928_n
Sì anche in chiesa. Se scorrete i post del tizio troverete oltre alla sua faccia paciosa molti Gesù e molte madonne e Padre Pio (vedi foto dal suo profilo) insieme a piatti appetitosi, al compleanno della nipotina. Una brava persona, serena, sembrerebbe anche buona e in pace con il mondo. Il suo mondo.

Ma nonostante Gesù e la madonna e la focaccia e la nipotina il tizio nasconde ferocia e volgarità.
Allora mi chiedo cosa è successo a lui e a tantissimi come lui (ci sono molti insospettabili) che si sono trasformati in bestie feroci? Propaganda? Lavaggio del cervello? Non lo so, non lo so proprio. Penso però che questa sia la domanda che dobbiamo farci. Qui forse qualche risposta, ma non bastano. La situazione è seria oltre che drammatica.

tassone conticelli

Posted under: Arturo, Il fiume in mezzo

Tagged as: , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed