Augusto Montaruli

Il mio sito

Nonostante tutto ci sono le storie belle

Nonostante tutto ci sono le storie belle, quelle che ti commuovono, quelle che ti fan credere che non è tutto così meschino e mediocre. Sono quelle storie che fan bene al cuore.

Mido per esempio.

Mido che prende una bici e viaggia da Torino verso il nord. Mido che che prende la bici e viaggia con uno scopo preciso: andare a trovare chi come lui è sparso in Europa. 

Rifugiato, come lui. 

Mido che è accolto e rifocillato da italiani di una pizzeria. Chi te lo fa fare? Gli chiedono quegli italiani in qualche modo rifugiati anche loro. Voglio ritrovare i miei amici scappati come me dalle bombe che cadevano su Damasco.

E lui, Mido, li ritrova. Uno alla volta li riabbraccia. E poi continua il viaggio, ce ne sono altri da rincontrare.

Provo a sentire il calore di quegli abbracci. Provo a sentire la commozione di quegli abbracci. E mi commuovo.

Queste sono storie che vanno oltre la meschinità di un bonus fuori luogo, queste sono storie di un lato dell’umanità che è quello che dovrebbe risplendere sempre. Come la luna quando è piena.

Dal suo post su facebook

“…come alcuni di voi sanno che ho lasciato la Siria più di 5 anni fa, avevo diciassette anni e vivo in Italia da allora.In Siria ho lasciato indietro la mia famiglia e i miei amici più cari, il che è stato piuttosto difficile per me di 17 anni..
Fortunatamente più tardi, la maggior parte di questi amici si è trasferita dalla Siria come me ed è venuta in Europa, ma non ci siamo mai incontrati… eravamo troppo presi in pari con le nostre nuove vite e troppo impegnati a ricostruirci.
Quest’anno, e dopo quasi 6 anni di non vederci ho deciso di salire sulla mia bici e visitare 5 città tedesche dove ho 5 amici siriani che non vedevo da molto tempo
vedere @osama.nouraldeen e @gaithzakrea a Germersheim e Mannheim dopo tutti questi anni è stato così emozionante e mi ha reso davvero felice.
Oggi sono con Karam (@marinoaliados) a Frankfort e ci stiamo divertendo tantissimo.. non vedo l’ora di continuare il mio viaggio ad Essen e Keleve e riunirmi con @bisher_kalaji e @ali_alghadban @ Francoforte, Germania”

Di Mido (Mohamad Khorzom) avevo scritto qui: Mohamad Khorzom, che tutti chiamiamo Mido

Posted under: Arturo, Storie (piccole)

Tagged as: , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed