Augusto Montaruli

Il mio sito

Leggeteci la metafora, se volete

FullSizeRenderL’altro giorno cercando altro ci è venuta agli occhi una bellissima fotografia che risale a prima della seconda guerra mondiale, 1938 o ’39. Due giovani atleti: uno alla sbarra, in una perfetta verticale; l’altro sotto che lo guarda come ad aiutarlo con lo sguardo nell’esercizio. Quello in alto che vola è il papà di mia moglie, quello alla base che lo cura con lo sguardo è uno dei fratelli Rosenkrantz. Giorgio e Daniele Rosenkrantz noti alpinisti torinesi, entrambi con un fisico possente, inadatto a quello sport, che si erano dedicati alla ginnastica perché quella disciplina sportiva era un ottimo esercizio che aiutava nella scalata alpina. A mio suocero invece quello sport piaceva ed era anche molto bravo, non fosse scoppiata la guerra sarebbe stato tra i selezionati per la squadra italiana alle olimpiadi di Londra, poi annullate a causa del conflitto. Invece della nebbia londinese lo avrebbe aspettato il gelo della steppa, ma questa è un’altra storia che è raccontata qui.
Questa è la storia di una fotografia. Un fotografia che il papà di mia moglie mi aveva raccontato così: “Avrei fatto qualsiasi esercizio, anche nuovo o difficile, ma sotto, alla base, volevo un Rosenkratz. Meglio se tutti e due. Avessi sbagliato, loro mi avrebbero certamente salvato.”
L’altezza, il volo, il coraggio di volare e di osare.
La base, la protezione, la certezza di avere qualcuno su cui contare.
E’ una bella fotografia. Leggeteci la metafora, se volete.

Posted under: Storie (piccole)

Tagged as: , , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed