Augusto Montaruli

Il mio sito

Una mail alla sindaca

17622376_10210663999707861_900775944_o-k3AG-U11002049924570dKI-1400x788@LaStampa.it

Carissima sindaca,

a 41 anni dalle leggi razziali, oltre l’esercizio della memoria per ricordare e perché non accada mai più, ci vorrebbero anche lezioni di stile e di buon gusto. Una spolverata di cultura che ai vertici del comando dei vigili urbani di Torino e nella giunta sembra mancare. Mi riferisco alla decisione, proprio lo scorso anno se non sbaglio, di cambiare il nome del reparto dei vigili urbani che si occupano dei nomadi, Nucleo nomadi, in RIMI che per esteso fa reparto informativo minoranze etniche.
Un nome che fa pensare a vigili che raccolgono “informative” su tutto ciò che non è “pura maggioranza etnica italiana”. Un nome che mette i brividi solo a leggerlo. Invece no, i vigili, cui va il mio apprezzamento, continuano a fare ciò che facevano prima: si occupano di nomadi. Nè più nè meno. 
Non si occupano ringraziando il cielo di ebrei o altre “minoranze etniche” come il nuovo nome del reparto farebbe pensare. Allora mi chiedo perché quel nome così sinistro e così di cattivo gusto? Se fosse nostalgia di qualcuno ci sarebbe un problema grande come una casa. Se fosse mancanza di buon gusto e di quel minimo di cultura e memoria storica sarebbe un problema di selezione dei vertici dirigenziali di una città come Torino al quale si aggiunge, spero solo quello, la distrazione di chi amministra politicamente questa città. Mi auguro sia una distrazione collettiva.
Allora cambiatelo quel nome, per piacere.

Grazie per l’attenzione

Augusto Montaruli

Consigliere Circoscrizione Otto

 

Posted under: Arturo

Tagged as: , , ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed