Augusto Montaruli

Il mio sito

Dal mio amico Nico

Vi propongo, così come mi è stata girata, dal mio amico Nico

Cari tutt*
sono sempre un po’ combattuto ad utilizzare la mia rete di amici e conoscenti per fare circolare le idee di un partito. Fino a questo momento sono stato in silenzio sperando di assistere ad una campagna differente. Il clima che si è creato non è facile e lo si percepisce frequentando le piazze nei fine settimana.

Tutto questo per dirvi (se non ve ne siete accorti di persona) che in questi giorni gli atteggiamenti più frequenti sono:
-l’indifferenza del tipo non voto o del siete tutti uguali
-lo spacca capello sul giustizialismo, l’approccio moralista e il w l’uomo qualunque che mi rappresenta bene in Parlamento
Nessuno entra nel merito delle questioni e rischiamo di farlo anche noi perché il “mercato” non richiede questo.

Per questi motivi vi segnalo l’occasione utile di Bersani a Torino sabato prossimo e la sintesi del programma del PD.

http://www.repubblica.it/politica/2013/02/05/news/pd_ecco_la_fac_del_programma_inviato_ai_circoli-51983600/

Sono 16 pagine, si leggono in dieci minuti e per smontare le principali obiezioni dei miei amici più spacca capello basta leggere le prime due pagine. Più le leggo e più sono la vera #propostashock:

a pagina 1 si parla di green economy (quindi chi mi ha detto che solo Grillo parla di ambiente mi deve un caffè) e di cosa pensiamo di fare sull’articolo 18 (e Ingroia-Di Pietro è servito)

a pagina 2 parliamo di corruzione, riforma della giustizia, e cosa fare con l’Europa e i conti pubblici (possiamo essere credibili meglio dei Tre-Monti)

a pagina 3 di politica industriale, infrastrutture e ambiente (e già presentare questi tre temi in maniera coordinata fa capire il salto di qualità che si vuol fare al Paese)
poi proseguite voi su agenda digitale, IMU, concordato fiscale con la Svizzera, riforma del lavoro, scuola e università

Per tutti i ma, i però, i sebbene, ecc…sono qui a rispondervi (e vorrei capire se altri di altri movimenti sono allo stesso modo disponibili e presenti)…

MA ricordatevi che il 24 nell’urna non si deciderà se vedere un film d’essai che può piacere o no (ma che in fondo chi se ne frega dopotutto è una speculazione per ammazzare il tempo con la pancia piena) ma se vi andrà bene il solito polpettone nauseabondo che gira da 20 anni.

Siamo l’unico partito che non ha un nome sul simbolo perché mette al centro il collettivo, vuole dimenticare il personalismo di questi anni per mettere al centro la comunità, la gente per bene. Quella che vede un’Italia giusta davanti a sé. Io credo che tutti voi abbiate lo stesso sogno per cui vi invito a mobilitarvi.

A presto

9 febbraio – Ore 9.00
TEATRO REGIO – Piazza Castello – Torino

L’Italia giusta in una Europa unita e rinnovata
Pace, Prosperità, Progresso:
i Socialisti e i Democratici europei a Torino

Conclusioni:

Pier Luigi BERSANI Candidato Premier Partito Democratico

Partecipano
Piero FASSINO e Massimo D’ALEMA

Posted under: Il fiume in mezzo

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed