Augusto Montaruli

Il mio sito

Lettera aperta all’assessora Leon

Gentilissima assessora Leon,

Mi scusi se mi permetto di disturbarla, ma poiché immagino non abbia avuto il tempo di leggere il mio ordine del giorno sul tema UNESCO, provo qui a raccontarglielo. Mi preme soprattutto chiarire i razionali che mi hanno spinto a presentare l’atto in circoscrizione. Atto che è stato approvato e poi presentato in consiglio comunale dal capogruppo Francesco Tresso e anche lì approvato.

L’iniziativa nasce da due constatazioni: dall’assoluta mancanza di qualsiasi indicazione che segnali i luoghi torinesi “patrimonio dell’umanità; dal fatto che la stragrande maggioranza dei cittadini/e torinesi (anche persone provviste di bagaglio culturale) non sappiano che Torino è una città UNESCO per le residenze sabaude, per il MAB, in quanto creativity, learning e design city.

Queste constatazioni mi hanno portato ad un’altra riflessione. Gran parte dei torinesi ha perso, ed è visibile a chi ha occhi per vedere e orecchie per sentire, quel senso di orgoglio di essere torinesi che abbiamo visto durante le olimpiadi del 2006 e durante le celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia.

Nella presentazione del mio atto consiliare scrivevo: 

“E’ anche una questione di orgoglio cittadino, ultimamente sotto i tacchi, ci aiuterebbe ad avere un senso di appartenenza ad una comunità. Cominciamo almeno da qualche indicazione, da qualche cartello bello grande e molto visibile.”

Pertanto, cara assessora, van bene app sofisticate e realizzabili in un medio termine rivolte soprattutto ad un’utenza turistica ed in possesso di strumenti sofisticati, ma un cartello ed un qr code si possono e si dovrebbero implementare subito. Subito perché è fattibile, subito perché i costi sono irrisori, subito perché accessibili a tutti. Perchè la città lo merita. Perchè è fondamentale che i torinesi e le torinesi ne usufruiscano. Perchè quel senso di appartenenza alla città è fondamentale per guardare al futuro.

Mi consenta di chiudere questa mia lettera aperta con una domanda. Se l’offerta di rendersi disponibili a realizzare un progetto sul tema UNESCO fosse arrivata dall’amministratore delegato di Lavazza o da Oscar Farinetti, come avrebbe risposto? Invitandoli ad andare sulla piattaforma Torino CityLab? 

Augurandole buon lavoro la saluto cordialmente,

Augusto Montaruli

ps: assessora ha provato ad utilizzare il prototipo che ho realizzato, è l’immagine che ho postato.

Posted under: Arturo, Circoscrizione Otto

Tagged as: ,

Comments are closed.

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed