Augusto Montaruli

PD, la bozza di riforma del tesseramento

 

L’affaire tessere nel PD ha portato i vertici del partito a una seria riflessione sulla questione e finalmente a una profonda riforma del tesseramento. Mi è arrivata una bozza di documento che traccia le linee guida di questa epocale riforma che porterà finalmente il Partito Democratico nel terzo millennio.

La vera rivoluzione sta nella diversità e pluralità, come metafora del partito che è appunto plurale, con tante voci, tante sensibilità, tante storie che portano con se vere esperienze di vita. Non potrà più quindi essere una tessera unica, ma tante tessere, tantissime. Addirittura personalizzabili nei colori e nei materiali con cui saranno prodotte.

Ci saranno tessere Gold, VIP, Normal, Affiliated, Militant, Omosex, Migrant e tante altre ancora si stanno studiando. Sensibilità, aspirazioni, stili di vita saranno rappresentati com’è giusto e moderno che sia.

Ma vengo a raccontarle queste tessere, pregandovi di prendere queste informazioni con la dovuta approssimazione in quanto, ripetiamo, è una bozza e in quanto tale suscettibile di modifiche.

Le tessere. Si parte dalla più semplice, il cui costo è sempre di 15,00 euro, è la Militant. Con la tessera Militant si avrà diritto a votare solo una volta l’anno, un solo intervento in assemblee di partito al massimo di 5 minuti. Chiaramente il possessore di tessere Militant dovrà volantinare, tenere aperti i circoli, allestire banchetti. Insomma fare il Militant.

La Normal è una Militant plus, costa 20,00 euro e da diritto a due interventi di 5 minuti. Però puoi far parte dell’elettorato passivo nei ruoli previsti nel circolo di appartenenza ad esclusione della segretaria.

L’Affiliated è la tessera che dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche e ai tesseramenti molto discussi nelle ultime settimane. La novità è davvero interessante, oserei dire rivoluzionaria perché consente ad un tesserato Normal di diventare VIP. Vediamo come funziona. Al momento dell’iscrizione l’Affiliated dichiara a quale Normal vuole associarsi, il Normal al raggiungimento di 100 Affiliated diventa VIP e dispone di 100 voti in qualsiasi tornata elettorale, 500 minuti di interventi, fino a 100 consecutivi, e può ambire a tutte le cariche nella regione in cui risiede. L’iscrizione costa la somma degli affiliated scontata del 10%.

La Gold è il massimo cui aspirare, questa è la tessera ideale per chi vuole scalare i vertici del partito o candidarsi alla guida del paese.  Per farlo è necessario un legame con un VIP per regione, escluso la Valle d’Aosta e del Trentino Alto Adige per comprensibili ragioni. Il costo è pari alla somma dei VIP con cui si stabilisce la relazione.

Sembra complicato, ma, di fatto, è solo mettere ordine.

Non solo ordine, anche apertura nel tesseramento. E’ prevista la tessera Omosex, tutta colorata e vivace, che da diritto ad un matrimonio. All’estero. Allo studio la tessera Exodus rivolta agli esodati, sarà un modo per contarli e fornire i dati all’INPS. E ancora, la tessera Migrant, pensata soprattutto per extracomunitari residenti in Italiacon la quale sarai cittadino di Virtual Italy, una simulazione web di un paese ideale.  Giusto.

Evviva.

Lascia un commento

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeCheck Our Feed